Roma, il mercato immobiliare in semicentro: compravendite e locazioni dal 2006 al 2020

Una analisi sullo storico dei valori massimi di compravendita e affitto delle abitazioni civili in zona semicentrale elaborata su banca dati OMI da Enrico Puccini e Federico Tomassi.

L’analisi è stata svolta su 10 zone considerate significative e comprende la fascia temporale dal 2006 fino al 2020, incluso il secondo semestre. Si è partiti dal 2006 perchè è l’anno in cui l’Omi, l’Osservatorio sul Mercato Immobiliare della Agenzia delle Entrate, ha iniziato a catalogare i dati a livello informatico. Nel 2014 l’Omi ha ridefinito i limiti di alcune zone pertanto alcune variazioni in quell’anno potrebbero essere determinate dalla mancata corrispondenza fra aree omogenee.
Le aree Omi sono visualizzabili e i perimetri sono scaricabili al seguente link: https://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/geopoi_omi/index.php

Le zone considerate sono:
Zona 2014 Fascia Quartiere
C1 Semicentrale PARIOLI (PIAZZA EUCLIDE)
C2 Semicentrale SALARIO (VIA NIZZA)
C4 Semicentrale NOMENTANO TORLONIA (PIAZZA GALENO)
C5 Semicentrale SAN LORENZO (VIA DEI SABELLI)
C9 Semicentrale APPIO METRONIO (PIAZZA TUSCOLO)
C10 Semicentrale GARBATELLA (LARGO DELLE SETTE CHIESE)
C11 Semicentrale MARCONI (PIAZZA ENRICO FERMI)
C12 Semicentrale MONTEVERDE VECCHIO (VIA POERIO)
C30 Semicentrale PIGNETO
C24 Semicentrale PIAZZA BOLOGNA

Le quotazioni sono state messe in relazione con le principali crisi economiche: la crisi  dei mutui subprime del 2008, la crisi del debito sovrano del 2011, e il lock-down determinato dalla pandemia Covid-19 di marzo 2020.

Rispondi